CLIMATIZZATORI, E’ BOOM A DUE CIFRE!

MIDEA KID STAR (TOY BLUE)

 

I dati ufficiali arriveranno prima o poi ma già sin da ora i bilanci delle catene e dei gruppi dell’elettronica di consumo e degli elettrodomestici trasudano per così dire aumenti clamorosi a due cifre. Sembra che le vendite degli split siano salite in volume nel periodo rovente appena trascorso del 15% e quelle dei portatili addirittura del 30%. Molto positivo anche l’andamento dei ventilatori. L’unico elemento non confortante ma consueto è l’ulteriore caduta dei prezzi, (-30 Euro rispetto all’anno scorso) e in effetti l’aumento delle vendite in valore è stato rispettivamente del 5,6% per gli split e del 10% per i portatili. Ad una richiesta eccezionale da parte dei clienti, con la caccia negozio per negozio ai climatizzatori e ai ventilatori, alcuni gruppi e catene hanno risposto con il solito autolesionista sistema: promozioni con svendite pesanti. Una costante perdita di valore e di margini davvero folle. Chi sono i leader del mercato italiano? Per gli split è Daikin al comando con il 22%, seguito da Samsung, Mitsubishi, Panasonic e infine da Midea che da anni progredisce crescendo costantemente e con una serie molto estesa di modelli.

Il climatizzatore per i bambini

Quanto ai portatili vince ancora una volta la sfida De’ Longhi. Nella classifica dei protagonisti della climatizzazione comincia a distinguersi Midea che, tra l’altro, è tra i n.1 della climatizzazione mondiale, una vocazione confermata anche in Italia dove gran parte dell’attività della multinazionale cinese proviene dal trattamento dell’aria; il fatturato ha raggiunto infatti nel 2016 quota 52 milioni di Euro e di questi ben 40 sono generati dal clima. La gamma degli apparecchi per il trattamento dell’aria, una delle più ampie e variate oggi disponibili sul mercato mondiale, riserva qualche sorpresa che consideriamo utile segnalare: Kid Star, il climatizzatore in classe A++, studiato per i bambini. E’ dotato di un telecomando a forma di orsetto, che non si rompe ed ha un sensore che evita improvvisi raffreddamenti durante il sonno. Se il bambino si scopre, per esempio, il sensore capta, grazie agli infrarossi, il cambiento termico del corpo e subito abbassa la ventilazione e la temperatura.

Share Button
Tags:  , ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>