Coronavirus e cretinetti (tanti)

Il Covid19 ha scatenato la mediocrità e il cinismo più bieco dell’essere umano. Ne abbiamo una ricca raccolta a cominciare dal Johnson, il premier Brexit, che ha condannato migliaia di vecchi e ammalati affermando che “molte famiglie perderanno i loro cari prematuramente”. Cioè: tireranno le cuoia a causa anche del virus ma a noi non ce ne frega niente, mica li possiamo curare. Sta arrivando anche in Inghilterra il coronavirus ma quando sarà ben piazzato farà strage perché il sistema sanitario inglese fa acqua, perché al di fuori di Londra (ricchissima) il paese è pieno di poveri e poverissimi, e perché la maledizione quando si abbatte -è raro ma accade- sui cinici spara mazzate ovunque e non è detto che il ciuffettino inglese non sia da includere tra coloro che si ammalano. “La Protezione Civile non ci aiuta a fare in Fiera un ospedale” squittiva ieri, 13 marzo, il governatore mascherato della Lombardia. Balle colossali. Il problema non è la Protezione Civile ma -ci sono le prove- è che mancano medici e infermieri. Che ospedale ci facciamo senza di loro?

Share Button

Lascia un commento