Cucinare da chef? Si può con la prima pentola interattiva, tutta made in Italy

E’ stata di recente presentata a Milano dal gruppo Moneta che controlla la Alluflon Group ed ha di recente acquisito il  brand tedesco Berndes, la prima pentola interattiva interamente italiana. E, anche se un prodotto simile c’è in Germania, questa, la Protection Base, ha in più qualcosa di molto italiano: consente di accedere  tramite il QR Code e lo smartphone alle ricette magiche dello storico Il Cucchiaio d’Argento, pone alcune domande per conoscere i gusti e le diete e poi fornisce le ricette su misura tenendo conto anche delle provviste disponibili. Il collegamento è il QR Code, una tecnologia integrata nel rivestimento della pentola, un antiaderente molto resistente dotato di apposita certificazione.

 

 

La serie di queste pentole Moneta, la Connection Base, è il risultato di una collaborazione tra Moneta che ha 150 anni di storia e Il Cucchiaio d’Argento (un gioiello della nostra tradizione tuttora attuale) che prevede la classica padella, il Wok, il tegame tradizionale a due maniglie, la casseruola con manico  e una con maniglie e il cestello vapore. Il corpo è di alluminio spazzolato per l’esterno mentre l’interno è ad alto potere antiaderente. Il fondo a base di acciaio ferromagnetico è stato sviluppato per l’uso anche sui piani a induzione. Le pentole sono lavabili in lavastoviglie ed essendo interamente made in Italy, sono una garanzia di qualità e igiene. Importante: non sono stati usati Pfoa, nichel, metalli pesanti né bisfenolo a. Alluflon Group è al 100 per cento italiana, è presideduta da Michele Montagna e detiene il marchio Moneta.

 

Share Button

Lascia un commento