Il filtro per la vita che depura l’acqua contaminata

 

Unico, straordinario, questo è un filtro, prodotto in Svizzera, che consente di bere direttamente da fiumi, fonti, piccoli specchi d’acqua, pozzanghere anche se l’acqua è contaminata poiché il filtraggio è immediato, eliminando il 99 per cento di batteri e parassiti. L’acqua passa attraverso piccili “tubicini” di una membrana fitta a fibra cava. Queste membrane contengono piccoli pori che impediscono il passaggio di batteri e altri inquinanti di dimensioni superiori a 0,2 micron. Lifestrow è fabbricato da Vestergaard Frandsen Group (una società impegnata nell’aiuto ai paesi in via di sviluppo), ed è l’ideale per chi fa escursioni, viaggi, trasferimenti in luoghi privi di acqua potabile e comunque in luoghi dove occorre bere nonostante che la qualità dell’acqua disponibile sia a rischio. E’ dunque uno straordinario aiuto per i paesi molto poveri dove l’acqua è imbevibile, tossica, ad altissimo rischio. E’ progettato per filtrare sino a 1000 litri d’acqua dopo di che il flusso si blocca per evidenti ragioni di sicurezza. Previene, tra l’altro, il cryptosporidio, una delle principali cause dellle malattie diarroiche frequenti nelle persone sieropositive e nei bambini di meno di 5 anni. Disponibile in diverse versioni, è in grado anche di combattere efficacemente il deleterio verme della Guinea presente spesso nelle acque contaminate. Per ottenere acqua bevibile anche in queste condizioni è disponibile la specifica versione GuineaWorm, un tubo di plastica con un filtro di acciaio inossidabile che trattiene le larve di questo verme. Viene costantemente fornito dal Carter Center nei paesi -tanti- dove il parassita genera epidemia spaventose. Se viene usato spesso non durerà più di un anno e infatti viene consigliato per situazioni di assoluta emergenza così da poterlo far funzione sino a 5 anni. Già disponibile da tempo, testato da diversi centri di ricerca, viene sempre di più impiegato in particolare in zone situate in paesi in via di sviluppo dove spesso la qualità dell’acqua è ad alto rischio.

Share Button

Lascia un commento