LAVASTOVIGLIE: DIMMI QUALE USI E TI DIRO’ CHI SEI

1-Asko, a scomparsa totale

C’è la lavastoviglie per chi riceve spesso ospiti, per chi mangia solo una volta al giorno in casa, per chi, essendo anziano, fatica a piegarsi, e infine e grazie a brevetti italiani, c’è anche la lavastoviglie per i bambini ai quali occorre garantire l’igiene più totale. Nel panorama più recente di questo elettrodomesitico è infatti entrata la “specializzazione”, che imita ciò che accade nella ristorazione professionale: lavaggi dedicati, diversi secondo le zone, getti pilotabili, speciali trattamenti e grazie a Hotpoint e Indesit, versioni studiate apposta per garantire il massimo dell’igiene. Secondo ricerche condotte da centri specializzati per lo studio di allergie, sono le lavastoviglie insieme ai frigo e ai taglieri i maggiori “allevatori” di microbi, germi e allergeni. Umidità e residui alimentari infatti creano l’ambiente ideale per questo tipo di fauna decisamente a rischio. Indesit ha presentato Extra Hygiene che ha un ciclo speciale, il BabyCare, che consente di lavare insieme sia le stoviglie che i giocattoli dei bambini e non più separatamente. Questo, oltre a risparmiare acqua e elettricità, elimina il 99% dei batteri. E in più un porta stoviglie lava separatamente solo ciò che viene usato per i neonati. Come terzo elemento, l’interno è rivestito di materiali assolutamente atossici e igienici. Ma oltre a queste specifiche caratteristiche, i nuovi modelli offrono molti altri requisiti, ad un prezzo variabilissimo da 300 sino a 1.600 Euro. Questa “forbice” così elevata è dovuta proprio alle differenze funzionali e tecnologiche dei modelli presenti sul mercato, tenendo comunque conto che quelli a libera installazione costano decisamente di meno. Ed ecco le ultime novità per chi desidera acquistare una lavapiatti su misura delle proprie esigenze.

Massima igiene – Oltre alla lavastoviglie Indesit, altri modelli sono dotati di sistemi che eliminano qualsiasi traccia di umidità e di calore umido, gli odori e quei batteri che tendono facilmente a formarsi in tutta la lavastoviglie depositandosi poi su piatti e bicchieri. Grundig ha introdotto un emettitore di ioni negativi che agiscono in modo molto efficace sulle molecole degli odori e dei batteri. Siemens ha inserito addirittura un programma di ìigienizzazione e uno di manutenzione in modo che tutta la lavastoviglie venga “ripulita”. Molto utile l’innovazione introdotta per primo dal gruppo BSH a Eurocucina 2016: al termine del programma, la porta si apre automaticamente di 10 cm così da far uscire il vapore caldo ancora presente. Niente più umidità, niente macchie di calcare e stoviglie pronte per l’uso. Sia V-Zug, sia Bosch, Siemens, SMEG e Samsung hanno adottato su quasi tutti modelli di fascia alta questa funzione.
Connessa? Si ma…-Con Home Connect Bosch o con Simply-Fi di Candy, è già possibile gestire a distanza la lavastoviglie, ricorrendo ad un’App -gratuita-, al WiFi e allo scopo di controllare in remoto o anche semplicemente dal giardino o dal tarrazzo la macchina per avviarla, per ricevere informazioni, per sapere se ha terminato o no il lavaggio. Può essere utile per esempio anticipare il lavaggio del carico dall’ufficio qualora siano in arrivo per la cena ospiti non previsti. O verificare che tutto sia in regola per evitare problemi. Ma prima di qualsiasi acquisto è utile conoscere i limiti (e non solo i vantaggi) di questa tecnologia che trasforma i nostri elettrodomestici in IoT (Internet of Things), controllabili dai nostri smartphone da qualsiasi posto: la necessità di proteggerli e proteggerci con password sicure da eventuali virus, malware e ransomware (malfunzionamenti immessi nella rete domestica per chiedere un riscatto).
Quanto consuma?-Davvero molto poco, le nuove lavastoviglie rispetto a quelle di 6-10 anni fa, pesano sulla bolletta annuale intorno ai 45-50 euro, considerando una media di circa 280 cicli annuali. E ogni lavaggio richiede per il programma standard tra i 8 e i 10 litri d’acqua. Il lavaggio a mano è molto più “sprecone”, richiedendo più del doppio di acqua, di tempo e di detersivo. Oltre al fatto che non garantisce le minime condizioni di igiene. Per chi desidera spendere il meno possibile, pur usando la macchina anche due volte al giorno, occorre scegliere un modello di massima efficienza, di A++ e A+++. E, possibilmente, collegabile all’impianto di produzione d’acqua calda compresa la caldaia autonoma.

Galleria immagini:

1. ASKO, D5564XXL, capacità 13 coperti, A+++, consuma 9,5 litri d’acqua, ha 12 programmi, 41 dB di rumorosità, la fase di asciugatura molto efficace per dare stoviglie del tutto asciutte. Il motore a induzione più piccolo e silenzioso, lascia più spazio alla vasca. Euro 1.600.

2. Beko, DIN 29330, lavastoviglie a scomparsa totale, A+++, capacità 13 coperti, consumo di acqua 10 litri, 9 programmi di lavaggio e 6 temperature; con Aqua Intense, un braccio rotante supplementare, è possibile lavare a fondo pentole molto grandi e sporche nel cestello inferiore. Quando è terminato il lavaggio, luci a Led vengono proiettate sul pavimento. Euro 935.

3. BoschSMV88TX36E, a scomparsa totale, -10% A+++, 13 coperti, 42 dB, consumo d’acqua 7,5 litri; blocco dello sportello durante il lavaggio, asciugatura con Zeolite, un minerale che assorbe l’umidità trasformandola in calore. Le fasi del lavaggio vengono proiettate sul pavimento; le tecnologie speciali Perfect Dry danno con bassi consumi risultati ottimali.

4. SMEG, ST2FAB12D, lavastoviglie totalmente integrata, A+++, in stile Vintage, da 13 coperti, con un consumo di soli 8,5 litri; 43 dB il rumore, 5 temperature di lavaggio da 38 a 70 °C, 9 programmi, timer per partenza differita sino a 9 ore; è collegabile all’impianto di acqua calda: al termine del programma si apre automaticamente per far uscire il vapore in eccesso. Per 280 cicli l’anno si spendono circa 44 Euro. Euro 1.290.

5. Frigo2000, V-Zug Adora SLVi, a totale integrazione, -10% A+++, da 13 coperti, con display in 12 lingue, Premium Swiss Quality per il massimo livello di qualità, collegabile all’impianto di acqua calda; con 4 potenti luci Led per caricare e scaricare senza problemi, anche se la cucina è al buio. A fine ciclo si apre di 10 cm per far uscire il vapore.

6,7. Haier, DW9-TFE3-F, lavastoviglie free standing, A, larga solo 45 cm, con 7 programmi, capacità 9 coperti, rumorosità 49 dB, partenza differita, cestelli sistemabili a diverse altezze, programma rapido a 40 °C; utilizza le più recenti pastiglie a più funzioni. Euro 270.

8. Whirlpool, WP122, A++, da incasso, capacità 14 coperti, rumorosità 42 dB, consumo 11,5 litri; sistema Power Clean con potenti getti posteriori per lo sporco molto resistente di pentole e teglie; tecnologia 6° Senso che rileva il livello dello sporco e sceglie il trattamento più adatto e a minor consumo.

9. Whirlpool, ADG522X, lavastoviglie larga 44,8 cm, A++, da 10 coperti, consuma 9 litri, con tecnologia 6° Senso che regola il consumo di acqua, la temperatura e il tempo in base al livello dello sporco controllato da un sensore di torbidità.

10,11. Gaggenau, DF481161, incasso a scomparsa totale, 12 coperti, A+++, consumo 9,5 litri, 8 programmi con quello speciale per il funzionamento notturno, asciugatura extra, protezione per i cristalli con asciugatura a Zeolite ; cestelli flessibili e regolabili molto facili da caricare e scaricare. A fine programma le informazioni vengono proiettate sul pavimento.

12. Grundig, GNV41932, da incasso a scomparsa totale, A+++, con filtro autopulente che prolunga sino a 12 mesi la efficienza del filtro; capacità 13 coperti, consumo di 10 litri, comandi touch, 9 programmi con 6 temperature. Euro 1.200.

13. Grundig, GNI 41833 X, semintegrata, A+++, capacità 13 coperti, consuma 10 litri d’acqua, ha comandi touch, 8 programmi, il programmatore per la partenza differita sino a 24 ore e Ionfresh, che emette ioni negativi che agiscono sugli odori sgradevoli che si formano all’internodella macchina. Inoltre ha guarnizioni antibatteriche. Euro 1.280.

14. Siemens, SN678X36TE, incasso a scomparsa totale, con Home Connect, per il controllo a distanza Wi Fi e tramite App, 13 coperti, A+++, 8 programmi con 5 funzioni speciali e un programma per la manutenzione e uno per l’igienizzazione, 7,5 litri di consumo, brillantezza elevata e notevole velocità di funzionamento. La fine del programma avviene tramite una notifica push del sistema Home Connect. A partire da 750 Euro.

15. Kitchen Aid, KDSCM, da incasso a scomparsa totale, con prestazioni semiprofessionali, cicli anche molto brevi ma molto energici, 14 coperti, A+++, 42 dB, turbo asciugatura, 7 programmi e un programma booster che dimezza il tempo di lavaggio. 4 ripiani per la sistemazione di 7 cestelli e 10 bracci irroratori molto potenti. La funzione di partenza differita viene proiettata da led sul pavimento.

16. Indesit, Extra Hygiene, da incasso, 14 coperti, A++, 8 programmi con ciclo speciale BabyCare, igienizzante per stoviglie e giocattoli dei bambini, con l’eliminazione del 99% dei batteri secondo la certificazione della tedesca VDE.Un accessorio speciale, rimovibile, ospita le stoviglie che richiedono una cura particolare come quelle dei neonati. E per ridurre i rischi di allergie il rivestimento interno è costituitp da materiali sicuri e altamente igienici.

17. Hotpoint, 3DZoneWash, da incasso a scomparsa totale, A++, capacità 14 coperti, 9 programmi, rumorosità 41 dB, con un sistema idraulico basato su 5 irroratori di cui uno nella parte inferiore ed così possibile in base allo sporco selezionare sia il cestello che l’intensità del getto in modo da comcentrare la potenza del lavaggio. In più Active Oxygen, brevettato, rilascia molecole di ossigeno attivo contro gli odori.

18. Electrolux, TT10453, a scomparsa totale, larga solo 45 cm, capacità 9 coperti, A+, 5 programmi e diverse possibilità di lavare con programmi a risparmio energetico, possibilità di allacciamento all’impianto di acqua calda, indicatore luminoso di fine programma a due colori, partenza ritardabile sino a 24 ore, e il cestello superiore regolabile in altezza anche se a pieno carico.

19, 20. Samsung, SD60H9950FS, lavastoviglie free standing con WaterWall, capacità 14 coperti, classe A++, consumo d’acqua di 10,7 litri; WaterWall è costituito da un potente getto ad alta pressione; Zone Booster concentra su una zona specifica getti a forte pressione e a 70 °C per sporchi difficili e concentrati; tutto ciò consente notevoli risparmi: A fine lavaggio la porta si apre automaticamente di 10 cm per la fuoriuscita del vapore.

Share Button

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>