Oltre 300 opere di bambini per il concorso “ Antivirus, io resto a casa e concorro”

Oggi, sabato 18 luglio, nella spettacolare cornice della Villa Imbonati, prestigiosa storica dimora e luogo di cultura, di San Fermo della Battaglia (CO), si conclude, con la proclamazione e la premiazione dei vincitori di “Antivirus-io resto a casa e concorro”, il 1°Concorso artistico per giovani e giovanissimi, promosso dalla Associazione culturale L’ERRANTE di Appiano Gentile (Co). L’iniziativa, ideata e organizzata dalla presidente Sonia Verri, era riservata in un primo momento a giovani artisti residenti in Como città e provincia ma ha ben presto registrato un riscontro inaspettatamente numeroso e ampio con partecipazioni provenienti da altre regioni e comuni d’Italia, dalla vicina Svizzera e addirittura dall’Africa. Le opere arrivate a L’ERRANTE sono oltre 300, un numero eccezionale per soli 40 giorni di apertura alle candidature, suddivisi in 143 per quanto riguarda le categorie previste all’inizio, 28 per quelle inviate dagli scolaretti/e di un villaggio della Namibia e 165 contenuti in un video contenente i contributi della Scuola Secondaria di Guanzate, coordinati dalla docente Angela Frangi.

La cerimonia di premiazione prevede innanzitutto la consegna a tutti i partecipanti di un diploma che attesta la loro partecipazione all’iniziativa e quindi la consegna dei premi ai primi tre classificati delle opere, suddivise in tre categorie secondo l’età degli artisti. Alla prima categoria appartengono le opere di artisti dai 3 ai 6 anni, alla seconda le opere dei ragazzi/e dai 7 agli 11 anni mentre la terza comprende i lavori eseguiti da ragazzi/e dai 12 ai 16 anni. Inoltre sono previsti riconoscimenti e attestati ai contributi di partecipanti con un’età superiore ai 16 anni oltre che alle 28 opere dei bambini/e del villaggio Happydu nei pressi di Soweto, in Namibia, che fa parte di 18 villaggi aperti in Sud Africa dalla onlus italiana Happydu. I bambini di questo villaggio, particolarmente affezionati ai loro benefattori e all’Italia, non appena avevano avuto notizia che la pandemia aveva aggredito il nostro Paese, hanno chiesto di fare e dare qualcosa, inviando tra mille difficolta e carenze materiali, disegni, messaggi e auguri molto affettuosi oltre che disegni.

I restanti 157 disegni fanno parte di uno straordinario il video della scuola Secondaria di Guanzate, che si è distinto per il semplice ma raffinato montaggio, per la scelta del sottofondo musicale e per l’intensità dei contributi dei ragazzi e delle ragazze.

A esaminare le opere in concorso, e a scegliere i lavori da premiare sono stati chiamati esponenti del mondo della cultura, del giornalismo e dell’imprenditoria. L’intero “patrimonio” di disegni, poesie, testi e composizioni verrà raccolto e pubblicato in un libro “Colori dal Buio” che prevede interventi di autorevoli esperti del mondo accademico, delle istituzioni e dell’ambito socio-sanitario ad alto livello, un  insieme di interventi di grande attualità ma soprattutto unico poiché, grazie alla grande ricchezza delle opere arrivate, gli esperti hanno potuto analizzare un pattern del mondo giovane, affascinante per ampiezza e di particolare varietà espressiva.

Dato il particolare e delicato momento, la sicurezza ed i controlli del rispetto dei protocolli Covid saranno garantiti dalla presenza dei City Angels di Como e, purtroppo, non sarà possibile concludere con l’auspicato rinfresco.

Share Button

Lascia un commento