Primato mondiale della Candy, i majaps smart

dav

 

La prima collezione completa di elettrodomestici per la cucina connessi tra loro e connettibili in remoto all’utente è –tuttora- italiana, un vero primato mondiale italiano, e a presentarla un anno fa è stata la Candy che ha ulteriormente ampliato la gamma in occasione della recente Eurocucina-FTK e oggi mercoledì 9 maggio il Gruppo fa un passo avanti verso il futuro-presentando a Studio 7 un’esperienza di realtà virtuale applicata ai forni del suo brand Premium, quello di Hoover. Indossando il visore VIVE, il più evoluto del mercato, i clienti e i consumatori possono entrare nella cucina virtuale, grazie ad una videocamere installata al suo interno,  vederne le applicazioni più attuali e futuribili. E possono entrare addirittura nel forno, seguendo i processi di cottura, il funzionamento delle diverse fasi dove vengono applicate le tecnologie per la cottura più avanzate oggi esistenti. La realtà virtuale diventa così uno strumento per conoscere bene un nuovo apparecchio, per imparare le istruzioni d’uso in modo semplice e intuitivo. A distanza di un anno dalla presentazione effettuata all’IFA di Berlino, Candy oggi accelera questo legame con l’applicazione di sensoristiche e controlli anche vocali volti a rendere molto variata la tradizionale esperienza di cuochi o cuoche tra le pareti domestiche, a migliorare i risultati anche delle ricette più semplici  e far conoscere gli strumenti più evoluti per la conservazione, l’elaborazione e la cottura degli alimenti. “Il mercato ha reagito e sta reagendo molto bene-ci dichiara  Gabriele Garella, marketing manager del settore built-in del Gruppo- e la partnership che oggi annunciamo con Studio 7 ci consentirà di sperimentare ulteriori innovazioni. Da oggi infatti sono a disposizione dei cuochi di Teatro 7 4 nuovi forni prototipi Hoover dotati di videocamera che registreranno all’interno ogni dettaglio dei processi di cottura per raccogliere tutti i dati utili a migliorare il più possibile i risultati. Un’esperienza che mettiamo a disposizione, grazie a Teatro 7, anche dei consumatori”. Come Garella ci ha anticipato non si tratta solo di una presentazione di nuovi forni ma di una partnership che trae origine dal fatto che il team di cuochi con lo chef resident Alessandro De Santis, hanno sin dall’inizio puntato proprio sull’innovazione sia tecnologica che estetica. “Per noi sarà un’ottima vetrina che servirà anche ai consumatori che potranno liberamente testare gli apparecchi dall’interno”.  E potranno vedere “realmente” cosa significa disporre di una cucina dove ogni elettrodomestico dialoga con gli altri per garantire consumi intelligenti, sicurezza, scelte gastronomiche molto diverse, esperienze sui social network e spese oculate… Inoltre, grazie proprio alla straordinaria versatilità dei nuovi Majaps con Intelligenza Artificiale, sono stati predisposti menù all’insegna di stili di vita o età diverse, preparati con grande precisione, dal menù per l’atleta a quello per i bambini, a quello per chi vuol tenersi in forma e per chi, pur avendo poco tempo, può, grazie all’abbattitore, alla cottura sotto vuoto e alle prestazioni hi tech interamente automatiche, trovarsi in tavola e in tempi molto rapidi piatti assai appetitosi. Che risultati ha ottenuto il Gruppo Candy dopo investimenti “importanti” come questi? Il raddoppio della propria quota di mercato nell’incasso –il segmento più redditizio- una quota in Europa del 4,5 per cento in crescita  costante, il 10 per cento del mercato inglese dell’incasso e il 64 per cento del mercato dei Majaps smart a livello mondiale. Investire nella cucina, e nella cottura in particolare con la realtà virtuale significa anche offrire ai manager dell’azienda strumenti preziosi perché molto efficaci nel trasmettere anche in modo emozionale prestazioni, qualità, originalità e tecnologie non sempre facili da apprezzare e da rendere.

 

Share Button

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>