Una rivoluzione da Panasonic, la nuova pelle hi tech che coprirà ogni imperfezione dal viso

Ricordate lo specchio intelligente che gettava nella più nera disperazione la Regina Cattiva dicendole che lei non era più la più bella del Reame? Ora uno specchio hi-tech di Panasonic rivela una verità simile perché legge e evidenzia i segreti, anche quelli invisibili, della nostra pelle e poi suggerisce i rimedi per trasformare completamente il volto semplicemente applicando una pelle sottilissima, nuova, identica alla nostra ma senza difetti. Sembra un sogno. E’ realtà. E’ un annuncio rivoluzionario dal Giappone: sta arrivando l’innovazione per il nostro viso grazie all’alleanza di Panasonic Corporation, tra i n.1 mondiali della ricerca avanzata nell’elettronica di consumo con Kosé Corporation, specialista nella cosmesi hi-tech. Questa collaborazione, che ha visto impegnata anche l’Università di Meiji, ha unito l’azione di nuovi algoritmi genetici di Kosé e dell’Università con le tecnologie di elaborazione delle immagini di Panasonic. Da questo eccezionale partnership si è arrivati innanzitutto ad un prototipo, Panasonic Snow Beauty Mirror, che tramite speciali sensori contactless, integrati nello specchio, rileva le condizioni sia della superficie che dello strato inferiore dell’epidermide. E con una precisione pari a quella delle attrezzature mediche più avanzate. E vede molto bene anche le imperfezioni invisibili a occhio nudo. In base a questo, vengono consigliati i trattamenti migliori perché personalizzati per ciascun problema da parte degli specialisti di cosmesi di Kosé. E se vogliamo cambiare del tutto un incarnato perché ha molte macchie, imperfezioni e righe? Un passo avanti in questa serie di innovazioni ci porta a scegliere tra 500mila immagini facciali diverse. Il sistema visualizza le differenze tra questo volto ideale e quello reale, suggerendo i prodotti e le tecniche più sofisticate. Ma con i Make-up Shet, in fase di sviluppo, potremo applicare fogli ultrasottili cosmetici stampati nella tonalità perfettamente corrispondente a quella del nostro viso. La pelle – e di conseguenza anche il volto- risulterà quella che avevamo una volta, o quella che vorremmo avere, praticamente senza imperfezioni. Ma senza le alterazioni espressive che la chirurgia estetica, anche di grande precisione, provoca sempre su qualsiasi volto…

Share Button

Lascia un commento