Ecco come dimezzare i prezzi di frutta e verdura

 

 

 

Giuseppe Crapanzano, appassionato fruttivendolo, titolare della Frutteria, situata nel centro di Tradate (VA), ha fatto un piccolo prodigio, qualcosa che oggi potrebbero fare tanti dei suoi colleghi per tagliare prezzi assurdi e aumenti demenziali. Giuseppe ha fatto quello che da qualche tempo stanno facendo i consumatori: saltare i numerosi anelli di una distribuzione costosa per rifornirsi alla fonte. Il famoso “kilometro zero”. Giuseppe, al quale va anche dato merito di aver sempre cercato e trovato frutta e verdura di qualità eccellente (è un superesperto riconosciuto) da qualche tempo trovava sempre più difficoltà nel “gestire” rialzi molto elevati dei prodotti ortofrutticoli.

A kilometro zero, nel Sud

Molti, tra noi giornalisti, conoscono bene il problema dei rincari di frutta e verdura e dei generi alimentari (quelli di qualità); a perderci sono, oltre alle famiglia, i coltivatori e spesso il retailer finale, quelli come Giuseppe. Se è vero che operatori commerciali come lui scelgono la fascia alta del commercio di frutta e verdura, è anche vero che se i prezzi salgono eccessivamente prima o poi le famiglie tagliano i consumi. E Giuseppe, appassionato motociclista, abbandona la sua supermoto e parte in aereo per andare in Sud Italia, per scoprire anche lui i suoi fornitori a kilometro zero e vede infatti una realtà straordinaria.

Ecco come i prezzi scendono

Filari di frutta rigogliosi, spettacolari, un’abbondanza che non si riflette sui prezzi del Nord,  che invece potrebbero trarne vantaggio per offrire prodotti a prezzi meno onerosi.  La Puglia, la Calabria, la Sicilia rivelano un mondo fatto di coltivatori eccezionali, di esperti che usano anche le nuove tecnologie, che cercano di valorizzare i giacimenti più preziosi del made in Italy. E con prodotti che possono costare meno a chi li compra e rendere di più a chi li coltiva. Ed ecco che Giuseppe Crapanzano da Tradate, comincia a progettare una sua strategia “kilometro zero”, fornendosi praticamente in diretta, in real time o quasi, dai bravissimi agricoltori del mezzogiorno d’Italia. E di colpo i prezzi dei pomodorini, delle melanzane, dei peperoni e dell’uva scendono della metà o quasi. Una piacevole sorpresa che i clienti di Tradate e dintorni trovano subito nel negozio di Giuseppe. Si può? Si, si può. Oggi con Internet e con accordi personali e di reciproca stima, è possibile dimezzare o quasi i prezzi, e senza nessun danno per chi lavora nei campi e nel negozio. Anzi!

Share Button

Lascia un commento