Quanto spende Tom Cruise per la security?

 

Come si proteggono le star americane dai furti, dalle rapine, dalle invasioni aggressive dei fans? Come è noto, negli Usa, ad onta e nonostante che tutti siano armati dai tacchi ai denti (un branco di autolesionisti ovviamente) la criminalità è spaventosa e in crescita. E le ville miliardarie delle star devono sempre di più essere protette in particolare dai furti di bande superabilissime. Tom Cruise ha deciso di affidare a guardie armate la protezione sua e della sua residenza a Beverly Hills così come ha fatto il rapper 50Cent per la mega villa-maniero in Connecticut. Tom Cruise ha preferito affidarsi a guardie armate perché un suo fan era finito all’ospedale colpito dalle scariche di barriere elettriche potenti poste intorno al recinto. Il rapper 50Cent, come Cruise, spende per le ronde 20mila dollari alla settimana. Niente guardie armate invece ma difese tradizionali elettroniche per Axl Rose e Mel Gibson che hanno ricevuto in pochissimo tempo ben due visite di bande superorganizzate. “In media -ha dichiarato Aaron Cohen, ex agente dei servizi antiterrorismo di Israele e direttore generale della società israeliana IMS Security-una star americana destina almeno 4-500mila dollari ogni anno per la sua security”. Aumenta il ricorso alla Panic Room, resa celebre dell’omonimo film di David Fincher con Jodie Foster; il film aveva lanciato la moda di uno spazio autosufficiente dove sarebbe stato possibile rimanere ben protetti da eventuali aggressioni di rapinatori, in attesa dell’arrivo della polizia. In realtà, il film era un racconto terrificante di come imprevisti e sorprese non riuscivano comunque a rendere del tutto sicura la Panic Room. Che attualmente viene fornita ad un prezzo di circa 150mila euro.

Share Button

Lascia un commento